La posizione corrente:Home > Attualità

La Cina apre 7000 nuove scuole calcio

2017年02月06日 22:52 fonte:  autore: Marta Cardellini
Foto da ecns.cn


Partire dalla formazione dei più giovani, anche nelle scuole, per creare la famosa “mentalità calcio”. La Cina coltiva lo sviluppo del settore con l’apertura di nuove calcio academy, piani annuali e promozione fra gli studenti.

 

In questo 2017 la Cina ha in programma di arrivare a 20mila scuole di specializzazione calcio, le accademie per la formazione dei giovani talenti. Il progetto è quello di far crescere il settore all’interno del Paese, sviluppandolo nelle attività dei più giovani dato che rimane, secondo gli esperti, il primo punto di partenza per essere dei veri paesi leader in questo ambito. L’ufficio della National Youth Campus Football ha riferito che la Cina contava fino a dicembre scorso un totale di 13.381 scuole di specializzazione, con alcuni progetti pilota nelle scuole di 69 contee, e che l’intenzione per quest’anno è di arrivare a 20mila accademie, ben 50mila nel 2025.

Wang Denfeng, vice presidente della China Football Association e responsabile del MOE (ministero dell’Educazione) allo sport, ha spiegato che un punto importante oltre all’apertura di nuove accademie calcio è la formazione per quanto riguarda le scuole. Sono in fase di istituzione, ha dichiarato, oltre 360 programmi per le scuole di istruzione primaria e secondaria. L’obiettivo è quello di inserire il calcio fra le attività dei piccoli, anche all’interno del sistema scolastico. Creare insomma la tanto famosa “mentalità calcio”. Per riuscirci la Cina ha già da tempo iniziato scambi culturali con il nostro Paese, considerato uno dei leader mondiali nel settore, in seno proprio alle scuole giovanili avviando collaborazioni con varie città italiane fra le quali Macerata e club famosi come la Juve, pronta secondo fonti recenti ad aprire 20 nuove scuole in Cina.

La Cina è pronta a raggiungere i suoi tre obiettivi: qualificarsi alla Coppa del Mondo, ospitare la Coppa del Mondo e vincere la Coppa del Mondo.