La posizione corrente:Home > Notizie

Un cittadino cinese fra i feriti dell’attacco a Londra

2017年03月23日 19:02 fonte:  autore: Marta Cardellini
Foto: Agencies/China News Service


Il bilancio ufficiale riportato dalle autorità è di 5 morti e 40 feriti, fra cui anche un cittadino cinese. Londra si risveglia nel clima di paura che già 12 anni fa l’aveva fatta piombare nell’incubo islamista.

 

L’ambasciata cinese a Londra ha confermato nelle scorse ore il coinvolgimento di un cittadino cinese nell’attacco terroristico di ieri, mercoledì 22 marzo, a Westminster. Le ultime informazioni, riportate sul sito dell’ambasciata e diffuse dalle maggiori agenzie stampa della Cina, invitano tutti i cittadini cinesi in Gran Bretagna a evitare luoghi affollati e a non uscire di notte.

A ben 12 anni dall’attacco del terrore nella metro londinese del luglio 2005, la città britannica si è ritrovata ancora a vivere la “paura islamica”. Un attacco, quello di ieri, con un bilancio ufficiale di 5 morti e 40 feriti, che la premier Teresa May ha definito «malato e depravato».

La Cina ha condannato fermamente l’accaduto, sottolineando la propria partecipazione alla lotta al terrorismo mondiale. Sia il presidente Xi Jinping che il premier Li Keqiang hanno inviato un messaggio di cordoglio, rispettivamente alla Regina Elisabetta II e all’omologa inglese, facendo sapere che il terrorismo è un nemico comune dell’intera comunità internazionale.