La posizione corrente:Home > Spettacoli

Flow, arte contemporanea italiana e cinese

2017年03月24日 20:07 fonte:  autore: Marta Cardellini
Foto:a cura di Maria Yvonne Pugliese


Cultura ed arte a confronto offrendo uno spunto creativo per interrogarsi su quanto si conosce e si vorrebbe conoscere di due mondi diversi: quello italiano e quello cinese.

 

Arte contemporanea italiana e cinese in dialogo dal 25 marzo al 7 maggio presso la Basilica Palladiana di Vicenza in una mostra a cura di Maria Yvonne Pugliese e Peng Feng, presentata dal motto «Scoprire la Cina attraverso l’arte. Riscoprendo l’Italia». E lo scopo è proprio quello di comprendere e interrogarsi reciprocamente attraverso lo strumento dell’arte. La mostra è organizzata dall’Associazione culturale YARC, in collaborazione con l’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza e con il sostegno dell’Istituto Confucio di Venezia e il patrocinio della regione Veneto.

Flow, spiega la curatrice Pugliese, è stata avviata per la prima volta nel 2015 ed è nata dalla necessità di trovare dei canali di comunicazione fra Cina e Italia. Il lavoro è stato fatto sul lavoro essenziale proprio di ogni opera d’arte, affermando nella mostra la priorità dell’oggetto rispetto alla sua interpretazione critica. «Gli artisti italiani e cinesi sono stati invitati ad esporre presentando ciascuno una o più opere e esprimono la loro poetica in assoluta libertà, contando uno spazio espositivo aperto senza vincoli, dove ogni lavoro dialoga con tutti gli altri » commenta Pugliese.

I 24 artisti selezionati fra Cina e Italia presentano in tutto 28 opere che interpretano gli strumenti e i punti di vista più diversi: dalle tecnologie digitali alle performance live, dal plexiglas al neon alla lana, alla ceramica. Le opere d’arte cinesi si collocano accanto, davanti, di fianco alle opere italiane offrendo un contrasto stimolante, ovvero lo spunto a porsi delle domande su divergenza e intesa di due culture come quella italiana e cinese.

Per agevolare l’incontro fra il visitatore e gli artisti sono stati creati due canali supplementari, un video prodotto dall’artista in cui è egli stesso a raccontare il percorso di idee che lo hanno portato alla creazione dell’opera e Flowtalk, un incontro che si svolgerà oggi venerdì 24 marzo  inaugurando la mostra a cui interverranno i filosofi Marcello Ghilardi e Riccardo Caldura, quest’ultimo anche critico d’arte.