La posizione corrente:Home > Scambi italo-cinesi

La moda italiana a Chic Shanghai

2017年03月29日 21:52 fonte:Ufficio stampa E.M.I  autore: Marta Cardellini
Ufficio stampa E.M.I


40 brand italiani fra abbigliamento, calzature ed accessori dell’eccellenza del Made in Italy a Shanghai con la terza edizione di “La Moda Italiana@CHIC”, organizzata nell’ambito del salone Chic Shanghai.

 

La moda italiana fa impazzire i cinesi. Ne è testimonianza il riscontro positivo che il nostro paese ha ottenuto al Salone Chic di Shanghai dal 15 al 17 marzo scorso con la terza edizione di “La Moda Italiana@CHIC”, il progetto espositivo dedicato alle aziende italiane nato dalla sinergia tra Ministero dello Sviluppo Economico del Governo Italiano, ICE-Agenzia, Ente Moda Italia, Sistema Moda Italia e Assocalzaturifici, a cui hanno partecipato circa 40 brand italiani.

«C’è grande soddisfazione per questa terza edizione de La Moda Italiana@CHIC, abbiamo lavorato con grande energia per costruire un’offerta di marchi e aziende di qualità, e possiamo dire che è stata decisamente un successo. La grande affluenza dei giorni di salone e i risultati raccolti dalle nostre aziende hanno confermato le aspettative che avevamo assieme ai nostri partner, Ministero dello Sviluppo Economico, ICE, Sistema Moda Italia e Assocalzaturifici, e hanno ripagato l’impegno crescente dei brand italiani che hanno aderito al progetto» dice Alberto Scaccioni amministratore delegato di Ente Moda Italia.

Un progetto che rappresenta l’intenzione dell’Italia di farsi conoscere in Cina. E’ Piergiorgio Borgogelli direttore generale ICE ha spiegarci che:«La continua sinergia tra i partner promotori del progetto si traduce, per le aziende italiane partecipanti, nella possibilità di costruire un capitale di relazioni d’affari con gli operatori di uno dei mercati internazionali più dinamici. La Cina è infatti uno degli obiettivi principali della strategia di promozione dell’internazionalizzazione messa in campo dall’ICE nel 2017. Un progetto ambizioso che portiamo avanti quadruplicando le risorse investite e puntando su un approccio omnichannel, unendo strumenti ed azioni commerciali tradizionali al marketing evoluto attraverso canali digitali e servizi tailor made per radicare la presenza delle nostre imprese all’estero. Un ulteriore passo avanti verso le nuove prospettive di sviluppo sul mercato cinese per le piccole e medie imprese della moda italiana».

Tanta attenzione e partecipazione anche per gli eventi e le iniziative speciali in programma durante il salone, coordinati da Agenzia ICE, ufficio di Shanghai. In particolare, le speciali sfilate collettive firmate LA MODA ITALIANA, che hanno visto salire sulla passerella della Fashion Show Area i capi e gli accessori delle aziende partecipanti a questa edizione.