La posizione corrente:Home > Notizie

A Pechino il forum “Una cintura, una strada”

2017年04月19日 18:40 fonte:  autore: Marta Cardellini
Foto: Xinhua/Xing Guangli da Ecns


Confermata la presenza di 28 paesi, fra cui l’Italia, al prossimo forum internazionale di Pechino, lanciato nel 2013 dal presidente cinese come nuovo input per una crescita inclusiva e condivisa.

 

Si è svolta ieri a Pechino la prima presentazione del forum “Una cintura, una strada”, evento in programma per il prossimo 14 e 15 maggio a cui parteciperanno 28 paesi fra cui l’Italia.

Ad intervenire durante la conferenza è stato il ministro degli esteri cinese Wang Yi che ha sottolineato l’importanza dell’incontro come piattaforma di cooperazione per lo sviluppo economico mondiale. Lanciato nel 2013 proprio dal presidente cinese Xi Jinping, il forum è stato sin dall’inizio un progetto finalizzato alla cooperazione e allo sviluppo win-win dei paesi che vi hanno aderito. Fino ad oggi la Cina ha investito circa 50 miliardi di dollari (46,8 miliardi di euro) nei paesi dell’iniziativa “Una cintura, una strada”, realizzando 56 zone di cooperazione economica e commerciale.

«La Cina è ottimista nel ritenere che l’iniziativa possa portare ad uno sviluppo reciproco ed è disposta a incanalare più energia in questa direzione» ha dichiarato Wang Yi, aggiungendo che la trasformazione e l’apertura del paese forniranno nuove opportunità.

«Non ci mancano le risorse o le capacità per affrontare i nostri problemi, ma l’attuale modello di cooperazione frammentato ed esclusivo rende difficile integrare le risorse» ha spiegato. La necessità di sperimentare nuovi modelli di ripresa economica e di crescita è un argomento che non coinvolge solo la Cina, ma l’intera economia globale.