La posizione corrente:Home > Spettacoli

La Cina protagonista a Paradoxa 2017 a Udine

2017年05月11日 21:40 fonte:CiviciMuseiUdine  autore: redazione


Tre artisti cinesi di fama internazionale fino al mese di agosto a Casa Cavazzini con opere di pittura, fotografia e video art sul tema dell'oscurità.

 

In concomitanza con il Far East Film Festival, il più grande appuntamento europeo con il cinema asiatico, da 19 anni ospitato a Udine e quest'anno tenutosi dal 21 al 29 aprile, ha preso il via il 22 aprile Paradoxa 2017, progetto triennale nato nel 2016 al fine di esplorare l'arte contemporanea estremo-orientale, basato sul tema generale del paradosso. L'edizione 2017 vede come protagonista la Cina, con tre artisti, Cheng Ran, Xie Nanxing e Chen Wei, già noti a livello internazionale, i quali presentano le loro opere di pittura, fotografia e video art, esposte fino al 27 agosto presso Casa Cavazzini, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Udine.

Il tema della mostra di quest'anno, organizzata dal Comune di UdineCivici Musei con l'ERPaC, Ente Regionale per il Patrimonio Culturale, con il patrocinio dell'Università degli Studi di Udine e curata da Denis Viva, è l'oscurità riferita all'arte e alla cultura cinese. La caratteristica comune ai tre artisti è la contrapposizione fra luce e buio, due elementi opposti ma entrambi necessari, concetto alla base della cultura cinese, che esprimono da un lato l'esigenza di mantenere il legame con la tradizione, dall'altro un'inquietudine e un'intimità che contrastano con ciò che viene normalmente associato all'arte cinese.

Paradoxa 2017 si presenta come un'edizione più intimista e curiosa, dall'allestimento semioscuro, realizzato con la collaborazione dell'artista Ludovico Bomben. L'obiettivo è provocare nello spettatore un'iniziale perdita di punti di riferimento spaziali, alla quale ci si abitua dopo alcuni minuti.