La posizione corrente:Home > Viaggi

Arxan e Keketuohai parchi geologici Unesco

2017年05月16日 20:45 fonte:  autore: Marta Cardellini
foto Cns


Con 35 Geoparchi inseriti nella lista Unesco la Cina si conferma come una terra piena di ricchezze naturali, di queste riserve fanno parte anche la zona dell’Arxan nella Mongolia Interna e il Keketuohai in Xinjiang.

 

 Otto siti geologici nel mondo hanno ricevuto di recente la denominazione di “Geoparco Unesco”e fra questi anche l’Arxan nella Mongolia Interna e il Keketuohai in Xinjiang. La Cina conquista quindi due titoli a livello mondiale, dopo gli altri sei che appartengono a Messico, Francia, Corea del Sud, Spagna e Iran. Ad oggi in totale ci sono 127 Geoparchi appartenenti a 35 paesi del mondo.

 

La terra delle foreste, dei cacciatori e dei nomadi

È così che spesso viene definita l’Arxan, situata nella regione cinese della Mongolia Interna. Si tratta di una zona di montagna medio-bassa con elevazione che varia da 820 a 1750 m e che raccoglie varie caratteristiche morfologiche, vulcani e laghi vulcanici, sorgenti naturali, picchi di granito e fiumi. Il Geoparco dell’Arxan dispone di ben 45 vulcani, 5 geosentieri che conducono in importanti geositi, una grande copertura di vegetazione e tanta storia, proprio l’Arxan è considerata come la culla dei nomadi del nord della Cina.

 

Il Keketuohai, lo Yosemite d’Oriente

La zona del Keketuohai si trova nella regione autonoma dello Xinjiang Uiguro, nella prefettura di Altay che è una delle aree più interne dell’Asia centrale. L’altitudine è compresa fra i 1072 e 3234 m e il clima è il tipico temperato continentale, freddo in inverno e caldo in estate. Il Geoparco è situato sul versante meridionale dei Monti Altay e la sua caratteristica principale è lo scenario granitico che ne fa il terzo sito a livello mondiale per depositi di minerali rari e lo Yosemite d’Oriente.

Il Keketuohai è stato la terra delle popolazioni nomadi Xiongnu durante la dinastia Han (206 a.C-220 d.C) ed oggi è prevalentemente abitato da persone di cultura kazaka.