La posizione corrente:Home > Notizie

Blue Whale, fermato teeanager cinese

2017年05月18日 21:58 fonte:China News Service  autore: Daniela Baranello


Il fenomeno nato in Russia che ha visto la morte di oltre 150 adolescenti istigati al suicidio da un “gioco” online è arrivato anche in Cina.

 

Alcuni giorni fa Le Iene, programma televisivo italiano d'inchiesta e intrattenimento, ha mandato in onda un servizio su un macabro “gioco” online, nato in Russia dall'idea di Philipp Budeikin, studente di psicologia di 22 anni, ora sotto arresto per aver istigato al suicidio almeno 15 degli oltre 150 teenager russi la cui morte sembra essere legata al fenomeno. Il mezzo per “arruolare” i ragazzini è ovviamente quello dei social, che permettono di comunicare in tutto il mondo con una velocità di diffusione enorme.

La sfida lanciata da Blue Whale o balena blu, riferimento voluto proprio per il senso legato al suicidio delle balenottere che si arenano sulle spiagge, è quella di riuscire per 50 giorni a superare determinate prove, dettate dal cosiddetto “curatore”, la persona che gestisce il percorso da dietro le quinte, partendo da disegni o tatuaggi di balene blu e autolesionismo per poi arrivare alla prova finale del suicidio, generalmente buttandosi dai piani alti di un palazzo. Questo dopo aver subito un accurato lavaggio del cervello, attraverso audio e video a sfondo horror o deprimente.

Il fenomeno, che ultimamente e soprattutto in Russia sta facendo parlare parecchio, sembra aver contagiato anche la Cina. Venerdì scorso un adolescente del Guangdong è stato trattenuto dalle autorità per aver incoraggiato 500 persone a partecipare alla sfida online di Blue Whale. La polizia di Zhanjiang ha dichiarato che il diciassettenne, di cognome Xu, è accusato di “diffusione di estremismo” per aver postato immagini e commenti che incoraggiano i membri di una chat di gruppo, sul social cinese QQ, a compiere “prove” autolesioniste.

La polizia ha rilevato due riferimenti di Xu al gioco del Blue Whale nella chat che, apparentemente avviata come piattaforma per vendere giochi e abbigliamento, è salita a 500 membri dopo la pubblicazione dei commenti. Xu ha riferito alla polizia di aver appreso del “gioco” il 9 maggio, dopo essere stato aggiunto ad un gruppo QQ dal nome “Gioco dei suicidi Blue Whale”.