La posizione corrente:Home > Notizie

La nuova via del “turismo rosso”

2017年08月30日 14:11 fonte:  autore: Marta Cardellini
foto: da ecns


La Cina fa largo alle strade e rinnova una parte della suo passato con il cosiddetto “turismo rosso” relativo al partito, il progetto è collegare i luoghi più significativi della storia rivoluzionaria cinese fra il 1921 e il 1949.

 

Il Ministero dei trasporti cinese ha messo in atto un piano per promuovere il "turismo rosso" con itinerari a tema nei siti di rilevanza storica del partito comunista cinese, costruendo entro il 2020 ben 2442 km di strade.

I 126 progetti, che sorgeranno in 28 zone del paese, sono stimati per un valore di 23,1 miliardi di yuan (2,89 miliardi di euro) e, secondo i piani, saranno decisamente moderni. Ogni strada avrà come target la “classe 3”, il che significa una via accessibile e utilizzabile da ogni tipo di auto con due corsie in grado di gestire un traffico giornaliero di 3mila-7mila veicoli.

L’obiettivo è quello di collegare e servire aree urbane e rurali che, sebbene di rilevanza storica, non sono ancora così note al popolo dei viaggiatori.