La posizione corrente:Home > Viaggi

Il Sichuan annuncia 10 nuove rotte turistiche

2017年09月26日 17:35 fonte:  autore: Marta Cardellini


Panda giganti, montagne innevate e spettacoli paesaggistici. Ecco come la regione del Sichuan ha in programma di attirare i turisti delle feste, un asso nella manica per promuovere le proprie ricchezze e fare il boom di presenze.

 

La provincia del Sichuan ha annunciato rotte di viaggio e sconti per attirare quanti più visitatori durante la Settimana d’Oro, che quest’anno inizia con la Festa Nazionale e prosegue con la Festa di Metà Autunno del 4 ottobre.

«I 10 percorsi uniscono luoghi e attrazioni, fra cui i panda giganti, i siti del patrimonio Unesco e il cibo gourmet, oltre a coprire tutti i paesaggi più belli della provincia» ha spiegato Xie Haiyin, funzionario dell'autorità turismo del Sichuan.

Fra le iniziative più originali c’è quella del “panda passaporto”che permette ai visitatori di godere di un ingresso scontato o addirittura gratuito presso le aree più importanti come la valle dei panda giganti di Dujiangyan e le 46 riserve naturali, o le montagne Minshan e Qionglai casa dei panda giganti selvatici.

I diversi ambienti geografici e la storia rendono il Sichuan una destinazione turistica davvero interessante, spiccano in particolare i 5 siti Unesco inclusa la valle Jiuzhai, la montagna Huanglong e Qingcheng. Da citare anche la montagna Guangwu, che in autunno offre uno splendido spettacolo di foglie rosse, e Hailuogou che ospita un ghiacciaio, foreste policromatiche e sorgenti termali.

Per chi ama le sfide, invece, la contea di Daocheng nella prefettura autonoma tibetana di Garze è l’ideale per esplorare la natura, con un vasto altopiano e una montagna innevata. I turisti più avventurosi non possono lasciarsi sfuggire il Minya Konka o Gonggashan, la montagna più alta del Sichuan il cui picco arriva a 7556 metri.

A destare la curiosità di chi ama la fotografia c’è Xinduqiao, un corridoio di terra a circa 80 km dalla città di Kangding in grado di offrire una vista mozzafiato, con una foresta d'oro e un fiume tortuoso.

Infine, da non perdere, l’itinerario spirituale del Buddha di Leshan e del monte Emei, capace di far immergere i visitatori nell’atmosfera e nella cultura locale.