La posizione corrente:Home > Notizie

FAST scopre due pulsar

2017年10月11日 16:03 fonte:  autore: Marta Cardellini
foto: da ecns

 

J1859-01 e J1931-01 sono i nomi delle due pulsar individuate dal radiotelescopio del Guizhou, corpi di massa incredibile che potrebbero aiutare gli scienziati ad indagare su questioni importanti.

  

L’annuncio è stato fatto nei giorni scorsi dall'Osservatorio astronomico dell'Accademia cinese delle Scienze che ha riferito di aver scoperto due pulsar, ovvero stelle in grado di emettere radioonde sotto forma di impulsi, grazie al grande telescopio FAST che si trova nella provincia del Guizhou. 

Gli scienziati cinesi hanno aperto così una “nuova era di scoperta spaziale originale” per il paese, ha dichiarato Yan Yun, il direttore dell’Osservatorio astronomico nazionale della Cina. 

Le due pulsar, denominate J1859-01 e J1931-01, sono state scoperte nel mese di agosto e sono state confermate a settembre dal telescopio radiofonico del Parkes Observatory in Australia. J1859-01 è a 16mila anni luce dalla Terra e ruota una volta ogni 1.83 secondi, mentre J1931-01 è a 4,1mila anni luce e ruota una volta ogni 0.59 secondi. Ma le scoperte non finiscono qui.

La scorsa settimana, FAST ha confermato anche 4 nuove pulsar, tuttavia i dettagli sono ancora in fase di analisi. «Le pulsar sono nuclei densi di stelle massicce che sono state supernova e sono morte, quindi hanno una massa incredibile, campi magnetici estremamente forti e ruotano come un orologio sparando fasci di radiazioni elettromagnetiche», ha detto Li Di capo ingegnere di FAST. «Le condizioni su una pulsar sono molto più estreme di qualsiasi simulazione di laboratorio sulla Terra. Esaminandole e vedendo come interagiscono con altre stelle ci può aiutare ad affrontare importanti questioni, come l'origine e l'evoluzione dell'universo, trovare onde gravitazionali e navigare con i veicoli spaziali», ha proseguito Li.

FAST è stato impostato per essere pienamente funzionante entro la fine del 2019. Nel frattempo, gli scienziati continueranno a testare FAST e a collaborare con i colleghi stranieri sull'esplorazione dello spazio.