La posizione corrente:Home > Notizie

4 città cinesi nella lista UCCN

2017年11月02日 20:22 fonte:  autore: Marta Cardellini


Sono le città del futuro, quelle a sviluppo sostenibile, che hanno saputo potenziare una propria caratteristica culturale in modo creativo facendola diventare un punto di riferimento per il territorio. La Cina ne elegge altre 4, dopo le 8 che già ne fanno parte.

 

L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'istruzione, la scienza e la cultura (UNESCO) ha inserito altre 4 città cinesi nella lista delle Unesco Creative Cities Network (UCCN), ovvero quelle città che hanno saputo fare del loro fattore creativo il centro di uno sviluppo urbano sostenibile.

Creato nel 2004 l'UCCN copre 7 campi creativi, fra cui artigianato e folk art, design, film, gastronomia, letteratura, musica e media arts, e ad oggi comprende 116 città che collaborano per sviluppare i propri centri culturali a livello internazionale, in un campo d’azione che mette l’innovazione al primo posto.

Ad entrare per la Cina, fra le 64 nuove arrivate a livello mondiale, sono state: Changsha (media arts), Macao (gastronomia), Qingdao (film) e Wuhan (design).

L'Unesco ha riferito che le città cinesi sono state scelte per il loro impegno a «sviluppare e interscambiare studi innovativi al fine di promuovere l’industria creativa, rafforzare la partecipazione nella vita culturale e integrare la cultura nelle politiche di sviluppo urbano sostenibile».

In riferimento all’Agenda delle Nazioni Unite 2030, l’Unesco ha sottolineato come il ruolo di queste città sia importante per dimostrare che la cultura è lo strumento fondamentale per la realizzazione di città sostenibili.

Anche l’Italia è entrata nuovamente nella lista con Alba, Carrara, Milano e Pesaro.