La posizione corrente:Home > Scambi italo-cinesi

Vino e calcio, il brand "Milan" in Cina

2018年02月27日 16:14 fonte:  autore: Marta Cardellini

 

L'Italia è arrivata in Cina con un connubio tanto particolare quanto di successo, 70mila bottiglie vendute in soli 3 mesi

 

Il brand Milan” vince in Cina. A far crescere la sete d'Italia è stato l'esclusivo abbinamento vino-calcio, portato in concreto sulle tavole cinesi dalla casa vinicola veronese “La collina dei Ciliegi”, che da novembre dello scorso anno a fine gennaio 2018 ha registrato un’impennata di ordini (circa 70mila bottiglie) per le nuove etichette in co-branding con Ac Milan. Lanciata all’edizione 2017 del Vinitaly Hong Kong, la nuova collezione ha saputo farsi largo fra i consumatori cinesi, da sempre particolarmente simpatizzanti per la squadra rossonera di Milano.

Commercializzate attraverso i canali tradizionali e l’e-commerce, le bottiglie griffate “Ac Milan” ideate per la Cina sono state l'ultima mossa dell'azienda verso l'Asia, zona che incide per il 66% sulle sue esportazioni totali, seguita solo da lontano da Europa (Regno Unito e Danimarca), Usa e Canada. «Siamo forse l’unica azienda vinicola italiana ad avere la Cina come primo mercato di sbocco, forti del fatto che riusciamo a far percepire il nostro marchio alla stregua dei principali brand dell’Italian style. Un percorso di posizionamento costante e pianificato secondo tasti emozionali codificati sul mercato cinese, che integreremo presto con azioni di incoming turistico di alto profilo nel nostro Wine Retreat Ca’ del Moro in apertura in occasione del prossimo Vinitaly», ha spiegato il presidente e Ad de “La Collina dei Ciliegi”, Massimo Gianolli.

Chissà che non sia la strada giusta per far nascere definitivamente l'amore tra il vino italiano e la Cina.