La posizione corrente:Home > Viaggi

I turisti cinesi che hanno viaggiato all'estero nel 2017

2018年03月05日 19:14 fonte:  autore: Marta Cardellini
foto: da ecns

 

Concentrati maggiormente sul proprio benessere e sul fare esperienza di servizi di alta qualità, piuttosto che sui tour e sullo shopping, i turisti cinesi all’estero si confermano una risorsa preziosa

 

Con 130 milioni di viaggi all’estero e 115 miliardi di dollari (93,4 miliardi di euro) in spese, il mercato turistico cinese ha raggiunto un altro record nel 2017, notizia confermata anche dall’Organizzazione mondiale del turismo che ha reso noto alcuni dati secondo cui nel 2030 il numero dei viaggiatori globali supererà gli 1,8 miliardi e la Cina, in questo settore, svolgerà un ruolo chiave.

In un rapporto pubblicato nei giorni scorsi dall’agenzia cinese di viaggi online Ctrip e dalla China Tourism Academy si afferma che la crescita dei turisti cinesi all’estero e delle loro spese totali è stata rispettivamente del 7% e del 5% rispetto all’anno precedente, al 2016. I viaggiatori cinesi sono sempre più concentrati sul proprio benessere e lo scopo di fare viaggi all’estero si è spostato, dal giro turistico e dallo shopping, all’usufruire di servizi di alta qualità.

Le città cinesi che hanno registrato il maggior numero in outbound , ovvero di turisti in uscita, sono state: Pechino, Shanghai, Suzhou e Wenzhou. Una forte crescita è stata registrata anche in alcune città più piccole, fra cui Chengdu, che a sorpresa ha sorpassato Guangzhou e Shenzhen. Changsha, invece, ha registrato un aumento, in questo settore specifico, del 200% e Xi’an del 300%.

I paesi che hanno beneficiato di più di tale crescita sono stati, confermando i trend degli anni passati, la Tailandia e il Giappone in ragione dei collegamenti aerei e delle facilitazioni sui visti.