La posizione corrente:Home > Spettacoli

A Milano la rassegna “Tales From China”

2018年03月27日 18:08 fonte:Istituto Confucio Milano  autore: redazione

 

Milano dà il via alla rassegna cinematografica dal titolo “Tales From China”, organizzata dal Dong Film Fest in collaborazione con l'Istituto Confucio dell'Università degli studi di Milano e il cinema Beltrade

 

Il Dong Film Fest torna a Milano con “Tales From China”, una nuova rassegna cinematografica che propone 4 giornate di proiezioni per 4 film di Jia Zhangke, che verranno proiettati in orario diurno al Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione dell'Università Statale di Milano, e 4 opere prime di autori cinesi esordienti, che verranno proiettate in orario serale al cinema Beltrade.

A ogni appuntamento saranno presentati 2 film, uno di retrospettiva e un esordio, legati tra loro per continuità territoriale o per contenuto così da esplorare diverse zone e vicende della Cina attraverso gli sguardi di uno dei più importanti autori cinesi contemporanei e di una nuova generazione di registi emergenti.

Si darà il via alla rassegna oggi martedì 27 marzo alle 16.30 al Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione con la presentazione dell’iniziativa, a cura di Alessandro Amato, programmatore di Dong Film Fest e studioso di cinema e animatore culturale, e la proiezione di A Touch of Sin di Jia Zhangke (2013). Il film ha partecipato a numerosi festival internazionali vincendo diversi premi tra cui il “Toronto Film Critics Association Awards” per il “Miglior film straniero”, il “Prix du scénario” al Festival di Cannes e i premi “Miglior montaggio” e “Miglior musiche originali” al Golden Horse Film Festival.

Il giorno seguente, mercoledì 28 marzo alle 20.00, verrà proiettato al cinema Beltrade The Scope of Separation opera prima di Yue Chen (2017). Il film è stato presentato in concorso ufficiale alla 35°edizione del Torino Film Festival.

Entrambi i registi, Jia Zhangke e Yue Chen, sono originari dello Shanxi ed esplorano due diverse storie di questa regione, il primo dedica un quarto del film al fallimento economico e sociale di un ricco imprenditore vessato dalla corruzione e il secondo racconta la quotidianità di un giovane viziato, cresciuto nell’agio e incapace di dedicarsi al proprio futuro. Inoltre, dallo scorso anno, lo Shanxi ospita il Pingyao IFF, unico festival cinese dedicato al cinema d’autore, creato da Marco Müller e Jia Zhangke che vede la direzione artistica di Marco Müller. Quest’ultimo sarà ospite della rassegna mercoledì 11 aprile per presentare i due film della giornata.

Le date successive della rassegna sono previste per il 4 aprile, con la proiezione di Unknown Pleasure di Jia Zhangke e Dog Days opera prima di Jordan Schiele; l’11 aprile con Still Life di Jia Zhangke e End of Summer opera prima di Quan Zhou; il 18 aprile con The World di Jia Zhangke e Old Stone opera prima di Johnny Ma.