La posizione corrente:Home > Scambi italo-cinesi

"helloITA", l’hub italiano su Alibaba

2018年09月14日 15:31 fonte:  autore: redazione

 

ICE e Alibaba Group lanciano “helloITA”, l’hub virtuale per portare le eccellenze e la cultura del Made in Italy in Cina

 

Favorire l’export delle imprese italiane sostenendo la diffusione dei prodotti parallelamente alla cultura del Made in Italy in Cina attraverso l’innovazione digitale. Sono questi gli obiettivi del nuovo accordo fra l’Agenzia ICE e Alibaba Group, la compagnia tecnologica globale e leader del commercio elettronico.

Si tratta di “helloITA”, il primo “piano-paese” integrato di marketing a supporto delle imprese italiane sui canali e-commerce del gruppo cinese. Il progetto permetterà, quindi, alle oltre 80 aziende che finora hanno aderito di accedere agli oltre 570 milioni di consumatori attivi delle piattaforme B2C di Alibaba, Tmall e Tmall Global, con una grafica che richiama la tradizione e il lifestyle tipicamente italiani. Fra i settori coinvolti ci sono la moda, la cosmesi, l’home&design, il lifestyle e il turismo, l’agroalimentare e i vini.

Oltre a essere una vetrina per prodotti di qualità, “helloITA” funzionerà come vero e proprio hub di contenuti, volti a educare gli internauti cinesi sul valore e l’unicità del Made in Italy, dedicato sia alle aziende italiane già operative sul marketplace diretto Tmall e su quello cross-border di Tmall Global, che a realtà esordienti che intendono espandere la propria presenza sul mercato cinese in Italy.

«La partnership con Alibaba – ha sottolineato Michele Scannavini, presidente dell’Agenzia ICE – rientra appieno nel nuovo percorso omnichannel intrapreso dall’ICE. Negli investimenti delle aziende per l’e-commerce la quota necessaria a generare traffico e visibilità per il proprio e-store è quella più onerosa sia in termini finanziari che di specifiche competenze. “HelloITA” dedicato al Made in Italy è quindi l’occasione per le aziende e PMI italiane di beneficiare del traffico generato dalle economie di scala di un piano trasversale che, oltre a portare traffico punta a colmare il gap di conoscenza sull’Italia e le sue eccellenze, spesso rilevato in alcune fasce cruciali d’acquisto dai consumatori cinesi».

La Cina, fra i mercati più promettenti per l’e-commerce, presenta delle stime molto promettenti nel settore delle vendite retail online, che indicano un trend annuo di crescita (CAGR) del +33% nel periodo 2014-2021, superando i duemila miliardi di dollari dalla fine del prossimo anno.

Una crescita esponenziale trainata dalla diffusione, senza eguali, di smartphone e acquisti da mobile e dal segmento dei Millennial (18-35 anni) che rappresentano oltre il 72% degli acquirenti di prodotti di fascia alta.

«È la prima partnership al mondo di questo tipo tra un ente governativo e la piattaforma di e-commerce», ha proseguito Scannavini, sottolineando che verranno investiti nel progetto 2,5 milioni di euro nell'arco dei prossimi 12-16 mesi. «L'Italia è in una posizione arretrata sul fronte del commercio elettronico rispetto al resto d'Europa, siamo in ritardo e bisogna recuperare», ha concluso.

Per supportarne la visibilità, generare traffico e aumentare il tasso di conversione, ICE e Alibaba hanno unito le rispettive potenzialità nella creazione di campagne di marketing digitali multicanale sui maggiori media online, motori di ricerca e canali social cinesi interni ed esterni al gruppo Alibaba. A questo, e alla cura di contenuti dedicati, si affianca inoltre un programma intenso di attività che punta ad innescare il passaparola virale tra i millennial cinesi, come la creazione di contenuti da parte di key opinion influencer, iniziative offline in occasione delle principali ricorrenze cinesi di shopping come Global Wine & Spirits Festival 9.9 e Singles Day, eventi promozionali durante fiere settoriali, incoming in Italia, attività editoriali su media digitali e social network.